MEF: Ministero dell'Economia e delle Finanze - DAG: Dipartimento dell'Amministrazione Generale, del Personale e dei Servizi Vai alla home page del sito "DAG" 

MEF: Ministero dell'Economia e delle Finanze - DAG: Dipartimento dell'Amministrazione Generale, del Personale e dei Servizi



 

 

Commissioni mediche di verifica: aree tematiche

 

  • Posizione Corrente:
  •  Home
  •  Commissioni mediche di verifica

Commissioni mediche di verifica

Le Commissioni mediche di verifica (CMV) sono organismi collegiali organicamente e funzionalmente dipendenti dalla Direzione dei servizi del tesoro del Ministero dell’economia e delle finanze ed hanno sede nei capoluoghi di regione, di norma presso gli uffici della locale Ragioneria territoriale dello stato che svolge tutte le attività di segreteria.
Sono composte da medici specialisti selezionati attraverso una procedura pubblica (direttiva n. 27490 del 6 marzo 2015) e svolgono i seguenti accertamenti sanitari e valutazioni: 

  • in merito all’idoneità, all’inidoneità al servizio e ad altre forme di inabilità per i dipendenti pubblici ai fini della risoluzione del rapporto di lavoro o del cambio mansioni;
  • nei confronti dei dipendenti pubblici per il successivo riconoscimento dell’aggravamento di infermità già riconosciute dipendenti da causa di servizio o dell’interdipendenza di nuove infermità ai fini della concessione dei benefici previsti dalla normativa vigente;
  • accertamenti in tema di causalità di servizio e di inidoneità ed altre forme di inabilità nei confronti del personale appartenente alle Forze Armate, alle Forze di Polizia anche ad ordinamento civile e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco (art. 9 DPR 461/2001 e successive modificazioni);
  • dello stato di inabilità dei familiari, aventi diritto, dei dipendenti pubblici ai fini della concessione del trattamento pensionistico indiretto o di riversibilità;
  • accertamenti sanitari previsti dalla normativa vigente per conseguire benefici in materia di pensioni di guerra dirette, indirette e relativi assegni accessori nonché accertamenti di inabilità sui familiari superstiti degli ex deportati nei campi di sterminio nazista KZ, dei perseguitati politici antifascisti o razziali e dei titolari di assegni annessi alle decorazioni al valor militare ai fini del riconoscimento del trattamento di reversibilità;
  • accertamento delle condizioni di inidoneità del personale docente del comparto Scuola.

Per gli accertamenti in tema di pensioni di guerra, le commissioni sono integrate, ai sensi dell’art. 105 del D.P.R. n. 915/1978, da sanitari rappresentanti delle Associazioni di categoria previste dalla norma, nominati con decreto direttoriale su designazione delle Associazioni interessate. 

La Commissione medica superiore (CMS)
La CMS, ai sensi dell’art. 7 del D.P.R. n. 377/1999, esprime il proprio parere tecnico sanitario in sede di esame dei ricorsi gerarchici avverso i provvedimenti pensionistici di guerra, nonché contro quelli relativi alle provvidenze previste per i perseguitati politici e per gli internati in campi di sterminio KZ. Ai sensi dell’art. 6 del medesimo D.P.R. n. 377/1999 la Commissione si pronuncia, inoltre, qualora vengano in rilievo aspetti medico-legali, nell’ambito delle procedure di revoca dei trattamenti pensionistici di guerra e relativi assegni accessori.
La Commissione medica superiore esprime pareri su tutta l’attività sanitaria di competenza della Direzione e delle Commissioni mediche di verifica per assicurare l’uniformità di giudizio medico-legale.