Dipartimento dell'Amministrazione Generale, del Personale e dei Servizi - Ministero dell'Economia e delle Finanze.

Di seguito le novità rilevantiTweet del
MEF

Comitato di verifica per le cause di servizio

Il Comitato di verifica per le cause di servizio è un organo consultivo che emana pareri sulla dipendenza da causa di servizio delle infermità contratte o lesioni subite da dipendenti pubblici, civili o militari, e sulla interdipendenza tra infermità.

Il Comitato opera presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze e si avvale di una Segreteria nell'ambito del Dipartimento dell’Amministrazione generale del personale e dei servizi - Direzione dei servizi del tesoro.

I pareri emessi dal Comitato sono obbligatori e sostanzialmente vincolanti per le Amministrazioni richiedenti le quali, qualora ritengano di non conformarsi alla pronuncia del Comitato, hanno l’obbligo di richiedere, entro venti giorni dalla data di ricezione, per motivate ragioni, un ulteriore parere, al quale le stesse amministrazioni poi si dovranno in ogni caso attenere. La richiesta di parere è inviata al Comitato dall’Amministrazione presso la quale il dipendente presta servizio, entro 30 giorni dal ricevimento del verbale della Commissione medico-ospedaliera. Entro 60 giorni dal ricevimento degli atti il Comitato si riunisce e si pronuncia sulla dipendenza dell’infermità o lesione da causa di servizio e comunica il parere stesso all’Amministrazione entro 15 giorni.

Accanto alla causalità "ordinaria", il Comitato di verifica per le cause di servizio si occupa anche di due "causalità" specifiche, cioè di quelle relative:

  • ai dipendenti pubblici equiparati alle vittime del dovere. Al Comitato è attribuito il compito di pronunciarsi in ordine alla riconducibilità delle infermità dipendenti da causa di servizio alle particolari condizioni ambientali od operative di missione.
  • ai dipendenti militari e civili nonché ai cittadini che abbiano contratto infermità tumorali connesse all'esposizione e all'utilizzo di proiettili all'uranio impoverito.Al Comitato è attribuito il compito di pronunciarsi sulla dipendenza da causa di servizio in presenza delle particolari condizioni prescritte dalla normativa di settore.

I componenti del Comitato di verifica per le cause di servizio (da un minimo di 30 ad un massimo di 40, ai sensi dell'art. 10 del D.P.R. n. 461 del 29.10.2001, come modificato dall'art. 1 del D.P.R. n. 282 del 18.09.2006) sono nominati con decreto del Ministro dell'Economia e delle Finanze fra i magistrati, gli avvocati dello Stato ed i dirigenti dello Stato, gli ufficiali superiori medici delle Forze armate e qualifiche equiparate delle Forze di polizia di Stato, siano esse ad ordinamento militare o civile, ed i funzionari medici dello Stato preferibilmente specialisti in medicina legale e delle assicurazioni.

Il Ministro nomina anche il Presidente, scegliendolo tra i membri che sono magistrati della Corte dei conti. Si articola in Sezioni, ognuna delle quali è composta dal Presidente o da un Vicepresidente e da quattro membri, dei quali almeno due scelti tra ufficiali medici superiori e funzionari medici. Opera anche, in talune situazioni o su iniziativa del Presidente, in adunanza plenaria.

Per l’esame delle domande relative a militari o appartenenti a Corpi di Polizia, anche ad ordinamento civile, il Comitato è di volta in volta integrato da un numero di ufficiali o funzionari dell’arma, corpo o amministrazione di appartenenza non superiore a due.

Per l'esame delle pratiche relative alla concessione dei benefici in favore dei soggetti equiparati alle vittime del dovere, il Comitato di verifica per le cause di servizio è integrato di volta in volta da un ufficiale superiore o da un funzionario, scelti tra esperti della materia, dell'arma, corpo o amministrazione di appartenenza.

Per l'esame delle pratiche finalizzate alla concessione dei benefici delle vittime del cosiddetto uranio impoverito, il Comitato è integrato, di volta in volta, da un ufficiale superiore o da un funzionario scelti tra esperti della materia delle Forze armate o del Ministero dell'interno.

Componenti

 

Componenti comitato di verifica per le cause di servizio

  Professione Nome Cognome

PRESIDENTE
     
Presidente dr.ssa Fausta DI GRAZIA

VICEPRESIDENTI
     
Consigliere della Corte dei conti dr.ssa Maria Letizia DE LIETO VOLLARO
Magistrato della Corte di Cassazione dr. Pierluigi DI STEFANO
Magistrato della Corte di Cassazione dr. Luca VARRONE
Consigliere della Corte dei conti dr.ssa Pina Maria Adriana LA CAVA
Consigliere T.A.R. dr.ssa Silvia MARTINO
Consigliere di Stato dr. Andrea PANNONE

RELATORI
     
Generale Ispettore medico Dr. Domenico ABBENANTE
Contrammiraglio medico Dr. Gerardo ANASTASIO
Brigadiere Generale medico Dr. Massimo BAROZZI
Dirigente 2° fascia del Ministero dell'Economia e delle Finanze Dr. Angelo CAGNAZZO
Dirigente 2° fascia della Presidenza del Consiglio dei Ministri Dr.ssa Silvana CAMILLERI
Dirigente 2° fascia del Ministero dell'Economia e delle Finanze Dr.ssa Assunta CARNEVALE
Dirigente 2° fascia del Ministero dell'Economia e delle Finanze Dr. Dario CICCARELLI
Colonnello medico della Guardia di Finanza Dr. Beniamino COLAGROSSO
Dirigente 2° fascia della Presidenza del Consiglio dei Ministri Dr. Daniele DANESE
Colonnello medico della Guardia di Finanza Dr. Giuseppe DE DONA
Generale di divisione medico Dr. Vito FERRARA
Maggiore Generale medico Dr. Mario Alberto GERMANI
Colonnello medico Dr. Paolo GIULIANI
Colonnello medico Dr. Francesco GUADALUPI
Contrammiraglio medico Dr. Riccardo GUARDUCCI
Colonnello medico Dr. Luigi LISTA
Dirigente Superiore Medico della Polizia di Stato Dr. Luigi LUCCHETTI
Colonnello medico Dr. Fabio LUTTA
Generale Ispettore medico Dr. Piervalerio MANFRONI
Ammiraglio Ispettore medico Dr. Enrico MASCIA
Tenente Colonnello medico Dr. Ciro MONTEMITRO
Avvocato dello Stato Dr. Emanuele VALENZANO
Dirigente Superiore Medico della Polizia di Stato Dr. Alfonso ROCA
Magistrato dr.ssa Simona ROSSI
Dirigente generale medico della Polizia di Stato Dr. Roberto SANTORSA
Generale di brigata medico Dr. Luca SEMERARO
Generale Ispettore Capo medico Dr. Enrico TOMAO
Avvocato dello Stato Dr. Antonio VOLPE
 

Normativa

Contatti

Per lo svolgimento delle sue funzioni il Comitato si serve del supporto amministrativo del Ministero dell'Economia e delle Finanze - Direzione dei servizi del tesoro – Via Casilina, 3 – 00182 Roma.

Informazioni riguardo allo pronunce del Comitato possono essere richieste a questi numeri telefonici: 06.4761.5580 – 5581 – 5582 – 5587
nei seguenti giorni:

  • da lunedì a venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.30;
  • il lunedì e il giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00.

Esplora