Dipartimento dell'Amministrazione Generale, del Personale e dei Servizi - Ministero dell'Economia e delle Finanze.

Procedimenti amministrativi e diritto di accesso

Termini di conclusione dei procedimenti amministrativi

In questa sezione sono pubblicati i procedimenti amministrativi di competenza del Ministero dell’economia e delle finanze.
I procedimenti sono distinti in relazione ai termini di conclusione (fino a 90 giorni e da 91 a 180 giorni) e una specifica pagina è dedicata ai procedimenti ad istanza di parte.
Sono descritte inoltre le modalità con le quali possono essere attivati i poteri sostitutivi nelle ipotesi di inerzia degli Uffici responsabili ed esercitati i diritti di accesso e di accesso civico.

Procedimenti amministrativi con termini di conclusione sino a 90 giorni

Il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 30 giugno 2011 n.147 (PDF - 736,48 KB), pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 200 del 29 agosto 2011, individua i termini di conclusione dei procedimenti amministrativi non superiori a novanta giorni di competenza del Ministero dell’economia e delle finanze, della Scuola Superiore dell’economia e delle finanze, dell’Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato, della Guardia di finanza e dei fondi previdenziali e assistenziali del personale della Guardia di finanza (Fondo di previdenza per ispettori, sovrintendenti, appuntati e finanzieri e Cassa Ufficiali). Nella redazione del DPCM i procedimenti, distinti per amministrazione, sono stati riassunti in tabelle, allegate allo stesso decreto.

Si pubblicano, di seguito, gli elenchi relativi al Ministero dell'economia e delle finanze che tengono conto delle successive modifiche organizzative e i procedimenti sottoposti al termine ordinario o disciplinati da leggi speciali non inclusi nella tabella allegata al d.P.C.M. 147/2011:

Procedimenti amministrativi con termini di conclusione da 91 a 180

Il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 maggio 2011 n.109 (PDF - 707,14 KB), pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 163 del 15 luglio 2011, individua i termini di conclusione dei procedimenti amministrativi superiori a novanta giorni di competenza del Ministero dell’economia e delle finanze, della Scuola superiore dell’economia e delle finanze, dell’Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato, dell’Agenzia delle entrate, dell’Agenzia del territorio, dell’Agenzia delle dogane, del Fondo di previdenza per il personale del Ministero delle finanze, della Guardia di finanza e dei Fondi previdenziali e assistenziali del personale della Guardia di finanza.Nella redazione del DPCM i procedimenti, distinti per amministrazione, sono stati riassunti in tabelle, allegate allo stesso decreto.

Si pubblicano, di seguito, gli elenchi relativi al Ministero dell'economia e delle finanze che tengono conto delle successive modifiche organizzative e i procedimenti disciplinati da leggi speciali con termini superiori a 90 giorni non inclusi nella tabella allegata al d.P.C.M. 109/2011:

Documentazione

Procedimenti ad istanza di parte

Si pubblicano di seguito, come previsto dall'art.35, comma d, del D.Lgs. n.33 del14/3/2013, i procedimenti amministrativi ad istanza di parte con il rinvio alle sezioni dei siti dipartimentali per maggiori informazioni, contatti ed eventuale modulistica ove necessaria.

Descrizione del procedimento amministrativo Unità org.va responsabile del procedimento Termine in giorni Informazioni, contatti ed eventuale modulistica Riferimenti normativi
Dipartimento del Tesoro
Trattazione istanze di rimborso di buoni postali fruttiferi di competenza del MEF Direzione II - Ufficio VII 30 Maria Stella Mazzù - Dirigente Ufficio VII - Tel. 0647617304 maria.mazzu@mef.gov.it D.M 19/12/2000
Rimborso di titoli di debito pubblico al portatore Direzione II - Ufficio I 90 Paolo Fagiolo - Dirigente Ufficio I - Tel. 0647610536 - paolo.fagiolo@mef.gov.it D.P.R. 398 30/12/2003
Rimborso di titoli nominativi di debito pubblico comunque intestati e vincolati e pagamento delle relative semestralità di interessi maturati e non prescritti Direzione II - Ufficio I 90 Paolo Fagiolo - Dirigente Ufficio I - Tel. 0647610536 - paolo.fagiolo@mef.gov.it D.P.R. 398 30/12/2003
Rimborso titoli di debito pubblico sottratti, distrutti o smarriti ai sensi della legge 313/93 Direzione II - Ufficio I 90 Paolo Fagiolo - Dirigente Ufficio I - Tel. 0647610536 - paolo.fagiolo@mef.gov.it Legge 313 12/08/1993
Rimborso depositi dormienti Direzione IV - Ufficio VIII 180 http://www.mef.gov.it/depositi-dormienti/ Legge 266 2005
Approvazione delle modifiche agli statuti delle Fondazioni ex bancarie, di cui all'art. 10, comma 3, lett. c), del D. lgs n. 153/99 Direzione IV - Ufficio V 60 Graziana Carmone - Dirigente Ufficio V - Tel. 0647614105 - graziana.carmone@mef.gov.it D.lgs n.153 17/05/1999
Autorizzazione alle operazioni effettuate dalle Fondazioni ex bancarie, di cui all'art. 7, comma 3, del D. lgs n. 153/99, aventi per oggetto le partecipazioni detenute nella Società bancaria conferitaria Direzione IV - Ufficio V 30 Graziana Carmone - Dirigente Ufficio V - Tel. 0647614105 - graziana.carmone@mef.gov.it D.lgs n.153 17/05/1999
Procedimento per lo scioglimento degli organi delle Fondazioni ex bancarie, con funzioni di amministrazione e di controllo, riportato nella tabella A - Ministero dell'Economia e delle Finanze - allegata al  D.P.C.M. n. 147/2011 Direzione IV - Ufficio V 90 Graziana Carmone - Dirigente Ufficio V - Tel. 0647614105 - graziana.carmone@mef.gov.it D.P.C.M. n.147 30/06/2011
Procedimento per la liquidazione delle Fondazioni ex bancarie, riportato nella tabella A - Ministero dell'Economia e delle Finanze - allegata al D.P.C.M. n. 147/2011 Direzione IV - Ufficio V 90 Graziana Carmone - Dirigente Ufficio V - Tel. 0647614105 - graziana.carmone@mef.gov.it D.P.C.M. n.147 30/06/2011
Procedimento per la sopensione temporanea degli organi delle Fondazioni ex bancarie con funzioni di amministrazione e controllo, riportato nella tabella A - Ministero dell'Economia e delle Finanze - allegata al D.P.C.M. n. 147/2011 Direzione IV - Ufficio V 90 Graziana Carmone - Dirigente Ufficio V - Tel. 0647614105 - graziana.carmone@mef.gov.it D.P.C.M. n.147 30/06/2011
Procedimento di annullamento di deliberazioni, ex articolo 25 codice civile, delle Fondazioni ex bancarie, riportato nella tabella A - Ministero dell'Economia e delle Finanze - allegata al D.P.C.M. n. 147/2011 Direzione IV - Ufficio V 90 Graziana Carmone - Dirigente Ufficio V - Tel. 0647614105 - graziana.carmone@mef.gov.it D.P.C.M. n.147 30/06/2011
Concessione indennizzo per beni perduti nei Territori Ceduti alla ex Jugoslavia e nell'ex territorio libero di Trieste, per effetto delle disposizioni economiche e finanziarie di cui all'allegato XIV del Trattato di Pace. Tale termine decorre dalla data dell'istruttoria degli atti per la definizione della pratica d'indennizzo ovvero dalla data di presentazione, ove richiesta dall'ufficio, della documentazione valida ai fini della liquidazione Direzione V - Ufficio II 90 Giuseppe Distasi - Dirigenti Ufficio II - Tel. 0647613969
giuseppe.distasi@mef.gov.it
Legge 98 1994
Richiesta contributi da destinare unicamente a garanzia di prestiti bancari, a scopo di prevenzione del fenomeno dell'usura, da parte di Confidi e associazioni (unici soggetti legittimati alla richiesta). Direzione V - Ufficio III 31 dicembre di ogni anno http://www.dt.mef.gov.it/it/attivita_istituzionali/prevenzione_reati_finanziari/anti_usura/
la modulistica è disponibile nell'area riservata
https://gfa.tesoro.it/upload
Legge 108/96;
DPR n.315/97;
ultima circolare MEF del 28/02/103.
Gestione del procedimento relativo le istanze di autorizzazione delle transazioni finanziarie con soggetti iraniani Direzione V - Ufficio V 28 http://www.dt.mef.gov.it/it/attivita_istituzionali/prevenzione_reati_finanziari/embarghi_finanziari.html
la modulistica è disponibile nell'area riservata
http://portaletesoro.dt.tesoro.it/IrRegolamento961Web/benvenuti.html
Reg. UE 267 2012
Gestione del procedimento relativo le istanze di autorizzazione delle deroghe al congelamento di fondi e risorse economiche di soggetti sottoposti a misure restrittive ai sensi della normativa comunitaria Direzione V - Ufficio V 120 http://www.dt.tesoro.it/it/prevenzione_reati_ finanziari/area_internazionale/sanzioni_finanziarie _internazionali.htmlCollegamento a sito esterno
la modulistica è disponibile nell'area riservata
http://portaletesoro.dt.tesoro.it/IrRegolamento 961 Web/benvenuti.html
Regolamenti comunitari
Rilascio dell’autorizzazione alla partecipazione alle procedure di aggiudicazione dei contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui al decreto legislativo n. 163/2006, nei confronti di operatori economici aventi sede, residenza o domicilio in paesi così detti black list Direzione V - Ufficio VII 30 Il responsabile del procedimento è il dott. Fabio Carnevali tel. 0647613729 autorizzazioni.appalti@tesoro.it Art. 37 del D.L. 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla Legge 30 luglio 2010, n. 122;
D.M. 14 dicembre 2010
Erogazione dei finanziamenti a valere sul "Fondo per la promozione delle risorse rinnovabili". Direzione VI - Ufficio V 90 Sandro Fabbri - tel 06/47614125 - e-mail sandro.fabbri@mef.gov.it Legge 311 30/12/2004
Contributi alle imprese editoriali e radiofoniche a titolo di rimborso delle agevolazioni tariffarie concesse alle imprese editrici Direzione VI - Ufficio V 90 Danirela Poveromo - tel. 06/47614123 - e-mail daniela.poveromo@mef.gov.it Legge 416 5/8/1981
Ragioneria Generale dello Stato
Richieste di iscrizione nel Registro dei revisori legali Ispettorato Gen.le di Finanza - Ufficio 16 120 www.revisionelegale.mef.gov.it D.lgs. 39 27/01/2010
D.M. 144 20/06/2012
Richieste di iscrizione nel Registro del tirocinio per revisori legali Ispettorato Gen.le di Finanza - Ufficio 16 90 www.revisionelegale.mef.gov.it D.lgs. 39 27/01/2010
D.M. 146 25/06/2012
Richieste di attestato di iscrizione nel Registro dei revisori legali e nel Registro del tirocinio, e attestazioni di compiuto tirocinio Ispettorato Gen.le di Finanza - Ufficio 16 (30) www.revisionelegale.mef.gov.it D.lgs. 39 27/10/2010
Attività relative a rimborso delle somme versate a titolo di oblazione per condono edilizio  DAG/Ragionerie Territoriali dello Stato 60 http://www.dag.mef.gov.it/aree-tematiche/rimborsi_restituzione/condono_edilizio/ Legge 326 24/11/2003
Restituzione di somme indebitamente versate nelle tesorerie dello Stato DAG/Ragionerie Territoriali dello Stato 90 http://www.dag.mef.gov.it/aree-tematiche/rimborsi_restituzione/condono_edilizio/ DM (art. 68) 29/05/2007
Concessione riversibilità al coniuge superstite, agli orfani maggiorenni inabili, ai genitori, al coniuge divorziato, nonché ai figli minori e studenti universitari dei titolari di pensioni privilegiate tabellari DAG/Ragionerie Territoriali dello Stato 90 http://www.dag.mef.gov.it/aree-tematiche/pensioni/ tabellari_privilegiate/ DPR 1092 29/12/1973
Restituzione depositi definitivi DAG/Ragionerie Territoriali dello Stato 40 http://www.dag.mef.gov.it/aree-tematiche/rimborsi_ restituzione/depositi_definitivi/index.html DM 23/6/2009
Concessione pensioni dirette di guerra DAG/Ragionerie Territoriali dello Stato 60 http://www.dag.mef.gov.it/aree-tematiche/pensioni/guerra/ DPR 915 23/12/1978
DPR 377 30/9/1999
Definizione di istanze di aggravamento e di richiesta di trattamento pensionistico per nuove infermità denunciate come interdipendenti da infermità già riconosciute dipendenti da causa di guerra DAG/Ragionerie Territoriali dello Stato 60 http://www.dag.mef.gov.it/aree-tematiche/pensioni/guerra/ DPR 915 23/12/1978
DPR 377 30/9/1999
Legge 96 10/3/1955
Legge 932 22/12/1980
Legge 791 18/11/1980
Legge 94 29/1/1994
Concessione e riliquidazione trattamenti pensionistici di guerra (pensioni, assegni, indennità, ecc) in esecuzione di decisioni di accoglimento della Corte dei conti DAG/Ragionerie Territoriali dello Stato 60 http://www.dag.mef.gov.it/aree-tematiche/pensioni/guerra/ DPR 915 23/12/1978
DPR 377 30/9/1999
Legge 96 10/3/1955
Legge 932 22/12/1980
Legge 791 18/11/1980
Legge 94 29/1/1994
Concessione pensioni indirette di guerra a favore dei congiunti di caduti per causa di guerra e concessione di trattamenti di riversibilità a favore di congiunti di titolari di pensioni di guerra deceduti per causa diversa da quella che ha dato titolo alla concessione della pensione DAG/Ragionerie Territoriali dello Stato 60 http://www.dag.mef.gov.it/aree-tematiche/pensioni/guerra/ DPR 915 23/12/1978
DPR 377 30/9/1999
Legge 96 10/3/1955
Legge 932 22/12/1980
Legge 791 18/11/1980
Legge 94 29/1/1994
Rilascio copia di decreto di pensione di guerra del dante causa (mod. 69) e decreto di pensione di reversibilità alla vedova ed all'orfano (mod. 331) DAG/Ragionerie Territoriali dello Stato 30 http://www.dag.mef.gov.it/aree-tematiche/pensioni/guerra/ DPR 915 23/12/1978
DPR 377 30/9/1999
Legge 96 10/3/1955
Legge 932 22/12/1980
Legge 791 18/11/1980
Legge 94 29/1/1994
Concessioni assegni accessori di pensioni di guerra:
  • assegno supplementare al coniuge superstite di grande invalido di guerra;
  • assegno maggiorazione al coniuge superstite e agli orfani titolari di pensione indiretta di guerra;
  • aumento di integrazione agli invalidi di prima categoria per coniuge e per figli minori, maggiorenni universitari e maggiorenni inabili;
  • aumento di integrazione al coniuge superstite e agli orfani maggiorenni, rispettivamente per coesistenza e per compartecipazione di orfani studenti universitari e/o inabili)
DAG/Ragionerie Territoriali dello Stato 60 http://www.dag.mef.gov.it/aree-tematiche/pensioni/guerra/ indirette/ DPR 915
Legge 656 6/10/1986
DPR 377 30/9/1999
Concessione assegno straordinario diretto annesso a decorazione al V.M. DAG/Ragionerie Territoriali dello Stato 90 http://www.dag.mef.gov.it/aree-tematiche/pensioni/tabellari_privilegiate/ Legge 648 10/8/1950
Legge 212 5/3/1961
Legge 1290 12/8/1962
DPR 377 30/9/1999
Concessione reversibilità assegno straordinario annesso a decorazione al V.M. a favore del coniuge, degli orfani, dei genitori e dei collaterali DAG/Ragionerie Territoriali dello Stato 90 http://www.dag.mef.gov.it/aree-tematiche/pensioni/tabellari_ privilegiate/ DPR e s.m. 915 23/12/1978
Concessione assegno integratore per anzianità di servizio e relativa reversibilità DAG/Ragionerie Territoriali dello Stato 90 http://www.dag.mef.gov.it/aree-tematiche/pensioni/tabellari_privilegiate/reversibilita/ DPR. 915
Legge 1290 12/8/1962
Ammissione a pagamento di pensioni tabellari priviligiate e di guerra, di assegni annessi alle decorazioni al V.M. DAG/Ragionerie Territoriali dello Stato 90 http://www.dag.mef.gov.it/aree-tematiche/pensioni/guerra/ Legge 648 10/8/1950
Legge 212 5/3/1961
Legge 1290 12/8/1962
DPR 377 30/9/1999
Liquidazione e pagamento rivalutazione monetaria e interessi legali su arretrati di pensioni di guerra e tabellari su sentenze della Corte dei Conti DAG/Ragionerie Territoriali dello Stato 60 http://www.dag.mef.gov.it/aree-tematiche/pensioni/guerra/ Legge 412 10/8/1950
Legge 724 5/3/1961
D.M. 352 12/8/1962
30/9/1999
Concessione assegno per il nucleo familiare a favore dei beneficiari di pensione tabellare DAG/Ragionerie Territoriali dello Stato 90 http://www.dag.mef.gov.it/aree-tematiche/pensioni/tabellari_privilegiate/ Legge 153 27/12/2006
Autorizzazioni a svincolare depositi provvisori di diversa natura Ispettorato Gen.le per la finanza delle Pubbliche Amministrazioni - UFF. XII 30    
Dipartimento delle FinanzeCollegamento a sito esterno
Iscrizione delle società nell'Albo di cui all'art. 53 del D.lgs. n. 446 del 1997 e loro mantenimento nell'Albo Direzione Legislazione tributaria e federalismo fiscale - Ufficio XI 180 http://www.finanze.it/opencms/it/fiscalita-regionale-e-locale/albo-dei-gestori-dellaccertamento-e-della-riscossione-dei-tributi-locali/page/index.html Dlgs 446. art.53 15/12/1997
Autorizzazione all’esercizio dell’assistenza tecnica dinanzi alle Commissioni tributarie regionali e provinciali Direzione della giustizia tributaria - Ufficio VII 30 http://www.finanze.it/opencms/it/il-dipartimento/organigramma/
df.dgt.ufficio07@finanze.it
D.P.R. n.600 art.63 26936
D.Lgs. n.546 art.12 33969
D.M. n.631 35387
Legge n.556 art.8 35362
Dipartimento dell'Amministrazione Generale, del Personale e dei Servizi
Spese per liti ed arbitraggi Settore invalidità civile Direzione dei Servizi del Tesoro - Ufficio IX 150 http://www.dag.mef.gov.it/pagamenti_recuperi/spese_liti_e _arbitraggi/contenzioso_per_invalidita_civile/ Legge 388 23/12/2000
Spese per liti ed arbitraggi Settore spese varie Direzione dei Servizi del Tesoro  - Ufficio IX 180 http://www.dag.mef.gov.it/pagamenti_recuperi/spese_liti_e _arbitraggi/ Legge 388 23/12/2000
Riparazione pecuniaria per ingiusta detenzione ed errore giudiziario Direzione dei Servizi del Tesoro - Ufficio IX 150 http://www.dag.mef.gov.it/indennizzi/ingiusta_detenzione/ Legge 388 25/12/2000
Pagamento di decreti e sentenze su ricorsi della legge 24/3/2001, n. 89 (Pinto) Direzione  dei Servizi del Tesoro - Ufficio X 120 http://www.dag.mef.gov.it/indennizzi/durata_dei_processi/ Legge 296, art. 1, commi 1224 e 1225 (finanziaria 2007) 39078
Restituzione di somme indebitamente versate nelle tesorerie dello Stato Direzione dei Servizi del Tesoro  - Ufficio IV 30 http://www.dag.mef.gov.it/noi_siamo/organigramma/ index_DST.html DM 293 38999
Restituzione depositi incamerati Direzione dei Servizi del Tesoro - Ufficio VI 40 http://www.dag.mef.gov.it/rimborsi_restituzione/ depositi_definitivi/ DM 23/06/2009
Pagamenti a seguito di pronunce di condanna emesse dalla Corte europea dei diritti dell’uomo nei confronti dello Stato italiano per violazione dei diritti sanciti dalla Convenzione europea per la salvaguardia dei diritti dell’uomo Direzione dei Servizi del Tesoro - Ufficio X 90 http://www.dag.mef.gov.it/indennizzi/ liberta_fondamentali/ Legge 296, art. 1, comma 122523/12/1978
12/8/1962
 

Poteri sostitutivi

Con il Decreto Ministeriale del 13 giugno 2012 (PDF - 1,26 MB) è stata data attuazione all’art.2, commi 9 bis, 9 ter, 9 quater e 9 quinquies della L. 241/1990 (PDF - 182,31 KB), introdotti dell’art. 1 del decreto legge 9/2/2012 n. 5, che prevede che il Ministro individui il soggetto cui viene attribuito il potere di emanare il provvedimento amministrativo nell’ipotesi di inerzia da parte delle strutture competenti.

In particolare, come previsto dall’art. 2, comma 9 ter, l’interessato, decorso infruttuosamente il termine per la conclusione del procedimento, può rivolgersi al titolare del potere sostituivo che, entro metà del termine originariamente previsto, emana il provvedimento amministrativo.

Il decreto prevede che il potere sostitutivo sia esercitato dal Dirigente generale preposto alla struttura di cui fa parte l’Ufficio inadempiente cui l’interessato può rivolgersi anche tramite posta elettronica certificataCollegamento a sito esterno.

Per le Ragionerie territoriali dello Stato il potere sostitutivo in caso di inerzia è esercitato dal Direttore della Direzione dei sistemi informativi e dell’innovazione per le materie di cui all’art. 4 del DM 23/12/2010 (PDF - 557,42 KB) dal Direttore della Direzione dei servizi del Tesoro nelle le materie di cui all’art. 5 del DM 23/12/2010 (PDF - 557,42 KB), e dal Direttore dell’Ispettorato Generale di Finanza per tutte le restanti attribuzioni.

Nei procedimenti amministrativi di competenza delle Segreterie delle Commissioni Tributarie regionali e provinciali il potere sostitutivo, in caso di inerzia, è esercitato dal Direttore della Direzione centrale della giustizia tributaria.
 

Documentazione

 

Accesso documentale

Con decreto ministeriale del 5 gennaio 2012 sono state dettate specifiche disposizioni organizzative per garantire ed agevolare l’esercizio del diritto di accesso ai documenti conservati dagli Uffici del Ministero.
Il provvedimento è stato adottato ai sensi dell’art. 1 comma 2 del decreto del Presidente della Repubblica 12 aprile 2006, n. 184 ed ha ricevuto il parere favorevole della Commissione per l’accesso ai documenti amministrativi.
Gli allegati al decreto prevedono un modello che gli interessati possono utilizzare per le richieste di accesso ed i costi eventualmente da sostenere per ottenere copia dei documenti.

Accesso civico semplice

L'articolo 5 del d.lgs. 14 marzo 2013 n. 33 prevede che chiunque può richiedere documenti, informazioni o dati oggetto di pubblicazione obbligatoria nei casi in cui la pubblicazione sia stata omessa o sia stata effettuata solo parzialmente.
Il c.d. "accesso civico semplice" è esercitabile da chiunque, a prescindere da un particolare requisito di qualificazione.

Come si esercita
L'istanza di accesso civico è gratuita, non deve essere motivata e va presentata al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, che, in caso di accoglimento dell'istanza, provvede entro 30 giorni a pubblicare sul sito i dati, le informazioni ed i documenti richiesti e a comunicare al richiedente l'avvenuta pubblicazione, indicando il relativo collegamento ipertestuale. Se invece le informazioni richieste sono già pubblicate, l'Amministrazione provvede a specificare al richiedente il relativo collegamento ipertestuale.

La richiesta deve essere indirizzata al Responsabile per la prevenzione della corruzione e della trasparenza del MEF, può essere presentata compilando l'apposito MODULO (DOCX - 23 KB), (ODT - 17 KB), (PDF - 57,55 KB), e può essere trasmessa con una delle seguenti modalità:

  • invio tramite posta elettronica certificata al seguente indirizzo responsabileanticorruzione.mef@pec.mef.gov.it;
  • invio tramite posta ordinaria indirizzata al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, Ministero economia e finanze, via XX Settembre 97, 00187 Roma;

Documentazione

Responsabile della trasparenza del Ministero

Dott. Giuseppe MARESCA
Direttore generale della Direzione V – Prevenzione dell’utilizzo del sistema finanziario per fini illegali – del Dipartimento del tesoro

Accesso civico generalizzato

L'articolo 5 comma 2 del d.lgs. 14 marzo 2013 n. 33 come modificato dal d. lgs. 97/2016, ha introdotto il c.d. "accesso civico generalizzato" (FOIA), che consente a chiunque di richiedere documenti, informazioni o dati ulteriori a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi pubblici e privati giuridicamente rilevanti, in base a quanto previsto 5-bis del suddetto decreto legislativo.

Come si esercita
L'istanza di accesso civico generalizzato è gratuita, non deve essere motivata, ma deve identificare i documenti, gli atti o le informazioni per cui si fa richiesta di accesso.
La richiesta può essere presentata all'ufficio che detiene i documenti o, in alternativa, all'Ufficio relazioni con il pubblico (URP). Il procedimento deve concludersi entro 30 giorni dalla presentazione dell'istanza, con provvedimento espresso e motivato, comunicato al richiedente e agli eventuali controinteressati, nelle modalità e limiti previsti dall'articolo 5, commi 5 e 6 del D. Lgs 33/2013.
Il rifiuto, il differimento e la limitazione dell'accesso devono essere motivati con riferimento ai casi di esclusione e ai limiti stabiliti dall'art 5-bis, recante "Esclusioni e limiti all'accesso civico" d.lgs. 14 marzo 2013 n. 33.
La richiesta può essere presentata compilando l'apposito MODULO (DOCX - 22,4 KB), (PDF - 67,7 KB), (ODT - 15 KB), con una delle seguenti modalità:
- invio telematico ovvero con posta ordinaria all'ufficio che detiene il dato;
- invio telematico ovvero con posta ordinaria all'Ufficio relazioni con il pubblico (URP) - dci.dag@pec.mef.gov.it - urp@tesoro.it.

Rimedi

Richiesta di riesame al RPCT
In caso di diniego totale o parziale dell’accesso o di mancata risposta entro il termine indicato dal comma 6 del d. lgs. n. 33/2013, il richiedente può presentare richiesta di riesame al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza del MEF, compilando l'apposito MODULO (ODT- 17,4KB), (PDF - 135 KB), (DOCX - 23,5 KB) con una delle seguenti modalità:

  • invio tramite posta elettronica certificata al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, al seguente indirizzo: responsabileanticorruzione.mef@pec.mef.gov.it;
  • invio tramite posta ordinaria (con allegata una copia del documento di identità) indirizzata al Responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, Ministero economia e finanze, via XX Settembre 97, 00187 Roma.

Il responsabile decide con provvedimento motivato, entro il termine di venti giorni.

 

Ricorso al TAR
Ai sensi dell’articolo 5 comma 7 del D.lgs.33/0213, avverso la decisione dell'amministrazione competente o, in caso di richiesta di riesame, avverso quella del responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza, il richiedente può proporre ricorso al Tribunale amministrativo regionale ai sensi dell'articolo 116 del Codice del processo amministrativo di cui al decreto legislativo 2 luglio 2010, n. 104.

Documentazione

 

Segnalazione illeciti (whistleblowing)

La legge 190/2012 (PDF, 817 KB) ha introdotto nel nostro ordinamento un sistema organico di prevenzione della corruzione che prevede, tra l’altro, la tutela del dipendente pubblico che segnala illeciti (c.d. whistleblower).
La norma tutela il pubblico dipendente che denunci all'autorità giudiziaria, alla Corte dei conti o al proprio superiore gerarchico, condotte illecite di cui sia venuto a conoscenza in ragione del rapporto di lavoro, impedendo che lo stesso possa essere sanzionato, licenziato o sottoposto ad ogni tipo di discriminazione in ragione della denuncia.
La legge ed il Piano Nazionale Anticorruzione (P.N.A.) (PDF, 567 KB) adottato dal Dipartimento della funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri prevedono l’obbligo, per l’Amministrazione, di predisporre adeguati sistemi di tutela della riservatezza circa l’identità del segnalante, che deve essere protetta in ogni contesto successivo alla segnalazione e che non può essere soggetta all'accesso previsto dagli articoli 22 e seguenti della legge n. 241 del 1990.
In attuazione della legge e del Piano Nazionale Anticorruzione (PDF, 567 KB), il Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione adottato dal Ministero dell’economia e delle finanze ha stabilito che la procedura di raccolta e gestione della segnalazioni debba garantire:

  • la tutela dei dati del denunciante;
  • il divieto di discriminazione nei confronti del whistleblower;
  • la sottrazione della denuncia al diritto di accesso.

Lo stesso Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione per il Ministero dell'economia e delle finanze prevede che sia definita una procedura di raccolta delle segnalazioni provenienti dai dipendenti che assicuri riservatezza e tutela.
A tal fine, nelle more dell’adozione di linee guida da parte dell’Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC), così come previsto dalla legge n. 179/2017, è stata predisposta un'apposita procedura informatica per la ricezione e la gestione delle segnalazioni dei dipendenti del Ministero, in grado di assicurare la protezione dei dati identificativi del segnalante ai sensi dell'art. 54 del D.Lgs. 165/2001 e successive modificazioni ed integrazioni.
Pertanto, le segnalazioni provenienti dai dipendenti e collaboratori a qualsiasi titolo del MEF potranno essere effettuate anche utilizzando l’apposito applicativo informatico disponibile, attraverso l'autenticazione con SSO, sul Portale dei servizi del MEF.

Le eventuali segnalazioni effettuate da soggetti esterni all’Amministrazione potranno essere trasmesse compilando il modello (PDF 46,6 KB) ed inviandolo, allegando copia di un documento di identità, ai seguenti indirizzi

  • all’indirizzo di posta elettronica certificata dedicata whistleblowing.mef@pec.mef.gov.it gestita dal Responsabile per la prevenzione della corruzione
  • direttamente al Responsabile per la prevenzione della corruzione presso il Ministero dell’economia e delle finanze, Via XX settembre 97, 00187 - Roma attraverso il servizio postale scrivendo sulla busta “riservata/personale”.

Tutte le denunce, indipendentemente dal mezzo di trasmissione utilizzato (procedura informatica, PEC o lettera), saranno esaminate esclusivamente dal Responsabile per la prevenzione della corruzione. In caso di trasmissione ad altri Uffici per la trattazione, sarà omessa l'indicazione di dati che potrebbero, anche indirettamente, rivelare l'identità del segnalante.

Normativa

Modulistica

Elenco dei Tag. Di seguito sono elencate le parole chiave associate ai contenuti di questa pagina. Selezionando il TAG potrai individuare facilmente altre pagine o argomenti correlati.

Esplora