Inizio contenuto

Recupero delle spese di giustizia e delle spese legali

 

Recupero delle spese di giustizia

Dal 1° gennaio 2010 l’Ufficio IX della Direzione dei servizi erogati alle amministrazioni e ai terzi provvede al recupero delle spese di giustizia, ovvero al recupero delle spese prenotate a debito di cui all’art. 158, comma 3, del DPR 115/02 (Testo Unico delle Spese di Giustizia).

La procedura di recupero delle spese prenotate a debito è attivata dall’Ufficio IX della Direzione dei servizi erogati alle amministrazioni e ai terzi, via XX Settembre 97, 00187 Roma.
Per avviare la procedura di recupero, l'Ufficio deve acquisire:

  • il foglio notizie, relativo al provvedimento giurisdizionale in cui è parte l’Amministrazione, trasmesso dalla Cancelleria dell’Organo Giurisdizionale dinanzi al quale si è svolto il contenzioso;
  • i dati anagrafici e l’indirizzo di residenza della parte alla quale chiedere il recupero delle spese di giustizia.

Il termine per la riscossione bonaria di quanto richiesto a titolo di spese di giustizia è di 30 giorni, che decorrono dal giorno di invio della raccomandata. Ove entro il predetto termine non si provvederà al pagamento verrà attivata la procedura di recupero tramite Agenzia delle entrate-Riscossione.
 

Recupero delle spese legali

La procedura di recupero delle spese legali è attivata dall’Ufficio IX della Direzione dei servizi erogati alle amministrazioni e ai terzi.

Per avviare la procedura di recupero, l'Ufficio deve acquisire il provvedimento giurisdizionale dal quale si possa desumere l’eventuale statuizione del quantum dovuto a titolo di oneri difensivi, nonché i dati anagrafici della parte alla quale chiedere il recupero delle suddette spese legali.

Il termine per la riscossione bonaria di quanto richiesto a titolo di spese di giustizia è di 30 giorni, che decorrono dal giorno di ricezione della raccomandata. Ove entro il predetto termine non si provvederà al pagamento verrà attivata la procedura di recupero tramite Agenzia delle Entrate-Riscossione.
 

Contatti

Informazioni e chiarimenti sullo stato delle pratiche saranno forniti esclusivamente previa richiesta dell’interessato da inviare al seguente indirizzo di posta elettronica certificata:
dcst.dag@pec.mef.gov.it.