Inizio contenuto

Indennizzi

  15 June 2020

Gli indennizzi sono pagamenti dovuti a causa di pregiudizi subìti che, però, non derivano da un atto illecito. Mentre l'obbligo di risarcimento dei danni cagionati da atto illecito è previsto da disposizioni di carattere generale (art. 1218 del codice civile per la responsabilità contrattuale e art. 2043 c.c. per quella extracontrattuale), non esistono norme analoghe che prevedano un obbligo di indennizzo per pregiudizi derivanti da atto lecito perché gli atti leciti sono, per definizione, consentiti dall'ordinamento e, come tali, non possono dare luogo ad una sanzione a carico di chi li compie. In alcuni casi tuttavia l'ordinamento, per motivi di equità, ritiene che chi ha compiuto l'atto debba farsi carico di una parte delle conseguenze negative che dallo stesso sono sorte a danno di altri, addossandogli l'obbligo di indennizzo.

Portale Pensioni Mef

A partire dal 1° marzo 2019 i beneficiari di pensioni ed indennizzi erogati attraverso il sistema NOIPA possono consultare e scaricare i propri dati direttamente online sul "Portale PensioniMef"

Sono interessati i titolari di pensioni di guerra e tabellari, di vitalizi previsti in favore di perseguitati politici e razziali nonché i titolari di indennizzi per danni da vaccinazioni, trasfusioni e somministrazione di emoderivati e le c.d. vittime del dovere, del terrorismo e della criminalità organizzata.

Ciascun beneficiario, accedendo all’area riservata del Portale, può in qualsiasi momento consultare online i propri dati, scaricabili liberamente con modalità che ne garantiscono l’inalterabilità, la provenienza e l’integrità.

In particolare, annualmente, nel mese del primo pagamento relativo all'anno di riferimento, sarà pubblicato il solo importo del trattamento economico corrisposto nel mese (o bimestre) iniziale. Nel corso dell'anno ulteriori pubblicazioni avverranno solo a seguito di variazioni del trattamento.

Il servizio è accessibile attraverso autenticazione SPID - Sistema Pubblico di Identità Digitale, il sistema che permette ai cittadini di accedere ai servizi online delle pubbliche amministrazioni con un’unica identità digitale.

Ciascun cittadino può richiedere l’identità SPID rivolgendosi ad uno dei soggetti accreditati che provvederà a rilasciare apposite credenziali (username e password).

A partire dal 2 marzo non sarà più attivo il numero verde 800046325. Per problemi della stessa natura si può fare riferimento alla seguente casella di posta elettronica: assistenza.portalepensioni@mef.gov.it.

Per quesiti di carattere amministrativo è inoltre possibile rivolgersi: alla Ragioneria Territoriale dello Stato competente per quesiti relativi alle pensioni e ai vitalizi; alla Direzione dei servizi erogati alle amministrazioni e ai terzi, Ufficio V (tel. 06 4761 5370/5293) per quesiti relativi al pagamento degli indennizzi.

Per approfondimenti:

Normativa

Modulistica